lunedì 27 febbraio 2012

Poesia e Tu: LIBERTÀ

Poesia e Tu: LIBERTÀ: Quale prezzo ha la libertá? Quando possiamo veramente dire di essere liberi? Perché la realtá fittizia costringe l´uomo a pensare negativo...




venerdì 24 febbraio 2012

mercoledì 22 febbraio 2012

Poesia e Tu: ENTUSIAMO

Poesia e Tu: ENTUSIAMO: Bisogna avere entusisamo. L´entusiamo di spegnere la sveglia il mattino e buttarsi in doccia, sbattendo sul comó. Rovesciare a caso, m...

venerdì 17 febbraio 2012


Questo è l'inedito
di una persona che 
non conosco ma a pelle so che è una bella persona

leggetela io me ne sono innamorata


ACQUA
Volevo cadere
in un mondo complesso.
Non ero certo armata d'intento.
Non ero preoccupazione.
Solo ero io.
Del mio lento bisogno,
vedermi il riflesso
negli occhi delle stelle.

Ero un bacio tra voci di foglie.

Ho rimbalzato sulle onde del mare
sono risalita alle cime
tra giorno e notte
come dispersione in un vuoto fantastico,
architettato senza dimensione.
Ho rivelato poi il tutto
nel rimbombo di un cuore di fanciulla, in un niente.
Seduta, sulla sua guancia rosea
mi sono spiegata
come goccia di farfalla. 
Senza più fiato
ho saputo essere una piccola lacrima
esplosa nel sogno.

Lentamente.
Regalandomi la fine
all'inizio di un amore,
sono rinata di gioia.

Manuel Franceschetti Valeri coloniale